Kitesurf & Videogames

Kite Style

Il 27 ottobre 2011 è arrivato in Italia il primo videogame (anche se non interamente dedicato) di Kitesurf, parliamo di MotionSport – Adrenaline.
Il gioco, come si intuisce dal nome, è composto da sei sport “adrenalinici” che sono: wingsuit, kayak, sci estremo, arrampicata, mountain bike e logicamente … il nostro fantastico Kitesurf!!!
Nel Kitesurf, come negli altri sport, l’obbiettivo è quello di raggiungere fama e notorietà ottenendo ottimi punteggi in ogni spot eseguendo trick,raccogliendo le monete e completando il quadro nel minor tempo possibile.I movimenti che il giocatore esegue non sono propriamente quelli che utilizziamo in acqua, infatti per bolinare e lascare (andare a dx e sx) bisogna girare la barra (virtuale) verso dx o sx il che sembra più guidare una moto che pilotare il nostro aquilone, per saltare bisogna eseguire un salto vero e proprio mentre per eseguire i tricks bisogna attraversare i cerchi sparsi qua e là assumendo con il corpo la figura indicata nel cerchio stesso ed infine, e forse il movimento più reale per il kitesurf, quando la barra adrenalina è al massimo tirando le braccia verso il corpo otteniamo la massima potenza…come quando cazziamo la barra!!!La grafica non eccelle ma tutte le ambientazioni, basate su luoghi realmente esistenti, risultano molto affascinanti e gradevoli, in più non mancheranno rampe e sliders da aggredire ed ostacoli da evitare…che dire, un ottimo gioco per il tempo libero, per kittare in periodi di cippa, fiondarsi in spettacolari hp, 360° mozzafiato e per sfidare tutti gli amici kiters (e non)!!!
Prodotto da Ubisoft, disponibile per xBox360 (richiede sensore Kinect) e per Playstation3 (richiede Playstation.Move).
Tutte le info su: http://motionsports.ubi.com/motionsports/it-IT/home/

Stay Tuned!!!

Gameplay:

Passaggio alla FIV dal 1 gennaio

Kite Events

Definite le prime linee guida per il passaggio di competenza del Kitesurf dalla Federazione Italiana Sci Nautico e Wakeboard alla Federazione Italiana Vela previsto dal 1 gennaio prossimo.

I consiglieri nazionali FIV Sandro Gherarducci e Dodi Villani hanno infatti incontrato la settimana scorsa i rappresentanti della Classe Kitesurf Italiana e della classe Internazionale (Miky Cerquetti in rappresentanza della CKI, Mirko Babini per l’IKA) per analizzare nel dettaglio le modalità di integrazione della qualifica di Istruttore Kitesurf rilasciata dalla FISW nel sistema normativo approvato dalla Federazione Italiana Vela e in linea con il Sistema Nazionale di Qualifica Tecnici definito dal CONI. Per tesserati in possesso di titolo di Istruttore FISW saranno organizzati a partire dai primi mesi del 2012 dei corsi di aggiornamento interzonali obbligatori – validi come aggiornamento periodico biennale – della durata di almeno tre giorni. Durante questi incontri verranno effettuati dei test pratici sull’utilizzo del gommone – con l’esecuzione di manovre di assistenza di uomo con ala a mare, presa di uomo a mare – e affrontati argomenti riguardanti l’educazione motoria, la metodologia generale e il Regolamento di Regata.

Analoghi incontri di aggiornamento verranno organizzati per gli Ufficiali di Regata che potranno così mettere a punto la propria preparazione relativamente alla gestione del Comitato di Regata, Comitato per le Proteste e agli appendici ISAF che riguardano l’attività del kitesurf.

Per maggiori info:

FIV : http://www.federvela.it/node/9024

Kiters…in continuo aumento

Pioppi Kitersurf

Il kitesurf è lo sport con l’incremento percentuale di praticanti più alto al mondo. Una crescita a due cifre che solo in Italia ha  registrato in pochi anni ben 12mila praticanti  tra professionisti e appassionati.

Un giro d’affari che vede protagoniste a livello mondiale circa 50 aziende produttrici di ali (gli aquiloni) e tavole, di cui fanno parte anche eccellenze italiane note nel resto del mondo. Un mercato, che solo in Italia registra un turnover di kite venduti ogni anno di circa 3.500 unità, che alimenta anche un cospicuo indotto legato alla produzione e commercializzazione di ricambi, accessori, abbigliamento specifico, per arrivare a viaggi e camp organizzati e lezioni per tutte le età. L’attenzione è tale che il kite è stato inserito ufficialmente fra le discipline delle olimpiadi di Rio de Janeiro del 2016.